DISTURBO SCHIZOIDE - Nessuno è perfetto:Malattie e Disturbi Mentali

Vai ai contenuti

Menu principale:








DISTURBO SCHIZOIDE

MALATTIE E DISTURBI MENTALI > DISTURBI DELLA PERSONALITÀ


Disturbo Schizoide di Personalità

Le caratteristiche essenziali del Disturbo Schizoide di Personalità sono una intrinseca difficoltà nello stabilire relazioni sociali e, soprattutto, un’assenza del desiderio di stabilirle, il che lo differenzia dal disturbo evitante di personalità, che invece soffre per il suo isolamento.
Gli individui schizoidi appaiono indifferenti alle opportunità di stabilire o meno relazioni strette e non sembrano trarre molta soddisfazione dal far parte di una famiglia o di un altro gruppo sociale. Gli altri vengono considerati come intrusivi e poco gratificanti e le relazioni come instabili e indesiderabili. Questi individui sono descritti spesso come socialmente distaccati e isolati.
Le persone schizoidi strutturano la loro vita in modo da limitare le interazioni con gli altri e quindi scelgono particolari impieghi che richiedono un contatto sociale minimo. Considerano se stessi come osservatori anziché partecipi del mondo intorno a loro.
Preferiscono passare il tempo da soli piuttosto che stare con altre persone. Per la mancanza di capacità sociali e di desiderio per le esperienze sessuali, gli individui con questo disturbo hanno pochi amici stretti o confidenti.
Gli individui con disturbo schizoide spesso appaiono indifferenti all’approvazione o alle critiche degli altri e non sembrano interessarsi a ciò che gli altri possono pensare di loro. Hanno un’affettività ristretta non mostrando forti emozioni né positive né negative. Possono avere una particolare difficoltà nell’esprimere rabbia, anche in risposta ad una provocazione diretta, e ciò contribuisce a dare l’impressione che manchino di emozioni. Tali individui spesso reagiscono passivamente alle circostanze avverse e hanno difficoltà a rispondere appropriatamente ad eventi importanti della vita.
La terapia di questo disturbo è molto difficile, in quanto chi ne è affetto non ne riconosce la necessità e raramente richiede aiuto. Il confine con la schizofrenia è molto lieve e la diagnosi differenziale fra il disturbo di personalità e la psicosi è difficile.



 








Torna ai contenuti | Torna al menu