IL MONDO DEGLI SCHIZOFRENICI - Nessuno è perfetto:Malattie e Disturbi Mentali

Vai ai contenuti

Menu principale:








IL MONDO DEGLI SCHIZOFRENICI

MALATTIE E DISTURBI MENTALI > LA SCHIZOFRENIA


IL MONDO DEGLI SCHIZOFRENICI


Distorsione della realtà:
Così come ogni individuo normale vede il mondo dal suo proprio punto di vista, anche lo schizofrenico ha una sua percezione della realtà. La sua visione del mondo, tuttavia, è spesso decisamente diversa dalla realtà vista e condivisa da quelli che lo circondano.
Vivendo in un mondo che può apparire contorto, mutevole e privo di quei punti di riferimento affidabili che ciascuno di noi usa per ancorarsi alla realtà, un individuo schizofrenico può sentirsi ansioso e confuso.
Questa persona può sembrare distante, distaccata o preoccupata e può anche star seduta rigida come una statua, senza muoversi per ore e senza emettere alcun suono. O può girare attorno senza fermarsi,sempre occupata, ben sveglia, attenta e vigilante. Uno schizofrenico può mostrare modi molto diversi di comportamento in tempi diversi.

Allucinazioni:
Il mondo di un individuo schizofrenico può essere pieno di allucinazioni;
egli può percepire cose che in realtà non esistono, come udire voci che gli dicono di fare alcune cose, vedere persone o cose che in realtà non esistono, o sentire dita invisibili che toccano il suo corpo. Queste allucinazioni possono anche incutere timore. Udire voci che gli altri non sentono è il più comune tipo di allucinazione schizofrenica. Tali voci possono descrivere le attività del paziente, fare una conversazione,mettere in guardia da pericoli imminenti o dirgli che cosa deve fare.

Deliri:
I deliri sono false convinzioni, che sfuggono alla ragione o all'evidenza critica e non fanno parte della cultura della persona. Sono comuni sintomi di schizofrenia e possono toccare ad esempio temi come la persecuzione, la grandezza, ecc.
Talvolta i deliri schizofrenici sono piuttosto bizzarri. La persona schizofrenica può credere, ad esempio, che un vicino stia controllando il suo comportamento con onde magnetiche o che qualcuno dallo schermo televisivo stia dirigendo speciali messaggi, indirizzati proprio a lui,o stia trasmettendo i suoi pensieri ad alta voce ad altra gente.
I deliri di persecuzione che sono comuni nella schizofrenia paranoide , sono costituiti da convinzioni false ed irrazionali, come ad esempio l'idea che qualcuno lo sta ingannando, tormentando o cospirando contro di lui o che un membro della famiglia o di un altro gruppo sia l'obiettivo della persecuzione immaginaria.

Disturbi del pensiero:
Spesso il pensiero della persona schizofrenica è affetto da disturbi.
L'individuo può stare anche molte ore, senza essere in grado di "pensare correttamente". I pensieri vanno e vengono così rapidamente che non è possibile "afferrarli". La persona può essere incapace di concentrarsi su di un pensiero, per molto tempo, e può essere facilmente distratta,incapace di concentrare l'attenzione.
Lo schizofrenico può essere incapace di distinguere, in una determinata situazione, ciò che è importante da ciò che non lo è. La persona può essere incapace di ordinare i pensieri in una sequenza logica, ed i pensieri possono diventare disordinati e frammentari, con un continuo e confuso passaggio da un argomento all'altro.
La mancanza di continuità logica, chiamata pensiero illogico può rendere la conversazione molto difficile e contribuire all'isolamento sociale.
Se la gente non può comprendere ciò che una persona sta dicendo,è probabile che provi un certo senso di disagio e tenda a lasciare sola questa persona.

Comportamento emotivo:
Gli ammalati di schizofrenia assumono talvolta quello che viene chiamato un atteggiamento improprio. Ciò significa che mostrano emozioni che contrastano col proprio pensiero o discorso. Per esempio uno schizofrenico può dire di essere perseguitato dal demonio e poi ridere.
Questo non deve essere confuso con il comportamento di una persona normale che, ad esempio, si mette a ridere confusamente dopo un piccolo incidente.
Spesso le persone affette da schizofrenia mostrano un atteggiamento chiuso o indifferente. Ciò è dovuto ad una grave riduzione nella capacità di esprimere emozioni. Un soggetto schizofrenico può non mostrare segni di normale emotività, magari usando un tono monotono di voce e riducendo l'espressione facciale.
Alcune persone con sintomi di schizofrenia mostrano anche stati di estrema euforia o depressione, e in tal caso è importante stabilire se si tratta di individui realmente schizofrenici oppure affetti da disturbi bipolari (manie depressive) o da altre forme depressive. Le persone che non possono essere esattamente catalogate sono talvolta diagnosticate come affette da disturbi schizoaffettivi.

Normale o anormale:
A volte anche individui normali possono sentire, pensare o agire in modo schizofrenico. Spesso le persone normali non sono capaci di concentrarsi. Se devono ad esempio parlare in pubblico, diventano estremamente ansiose, si sentono confuse, non riescono nemmeno a mettere insieme i propri pensieri e si dimenticano anche quello che avevano intenzione di dire.
Così come la gente normale può fare occasionalmente cose strane,anche molte persone schizofreniche spesso pensano, sentono ed agiscono in modo normale. Fuorché nel nesso di uno stato di estremo disordine mentale, un individuo schizofrenico avrà un certo senso della realtà, rendendosi ad esempio conto che la maggior parte della gente mangia tre volte al giorno e dorme la notte.
Avendo perso il contatto con la realtà (che è uno dei modi di descrivere i sintomi psicotici della schizofrenia) non significa che un individuo sia totalmente in un altro mondo. Piuttosto, ci sono certi aspetti di questo suo mondo che non sono condivisi dagli altri e che sembrano non avere una base reale.
Sentire delle voci o avvertimenti che nessun altro può sentire non è una esperienza comune alla maggior parte della gente ed è chiaramente una distorsione della realtà, ma è solo una distorsione di una parte della realtà.
Una persona schizofrenica può perciò apparire del tutto normale per la maggior parte del tempo. ( naturalmente questo modo di fare può trarre in inganno le persone normali e molti non riconoscono o non sanno che cosa è in realtà la schizofrenia...).

Schizofrenia e sdoppiamento della personalità:

È opinione diffusa che la schizofrenia sia la stesa cosa che lo sdoppiamento della personalità, cioè uno scambio di comportamenti tipo Dr. Jekill e Mr. Hide. Questa non è una descrizione accurata e corretta della schizofrenia. Nella realtà, la doppia o multipla personalità è un disturbi completamente diverso e veramente molto raro.

La schizofrenia è una malattia nuova?
Quantunque il termine schizofrenia non sia stato impiegato fino ai primi anni del ventesimo secolo, il disturbo è conosciuto da moltissimo tempo ed è stato presente in qualsiasi tipo di società. In quella occidentale la pazzia o follia non era considerata un problema di salute, fino agli inizi del diciannovesimo secolo.
A quell'epoca, un movimento inteso a fornire un trattamento più umano ai malati di mente, rese possibile che essi ricevessero le prime cure mediche su basi scientifiche. I malati mentali furono liberati dalle catene, rilasciati dalle prigioni e godettero di cure più appropriate. Successivamente vennero individuate diverse categorie di malattie mentali. Agli inizi del ventesimo secolo la schizofrenia venne distinta dalla mania depressiva e furono individuate delle sottocategorie. Nel 1911 il Dott. Bleuler, uno psichiatra svizzero, usò per primo il termine gruppo delle schizofrenie. Nonostante il disaccordo fra studiosi su quali patologie si dovessero o meno includere in questo gruppo, da allora il termine è entrato nell'uso comune.

I bambini possono essere schizofrenici?
I bambini al disopra dei cinque anni possono ammalarsi di schizofrenia però è molto raro che ciò si verifichi prima dell'adolescenza. Inoltre occorrono ancora ricerche per verificare la relazione tra le forme di schizofrenia che si manifestano nell'infanzia e quelle dell'adolescenza o della maturità.
Alcuni bambini che poi diventano schizofrenici possono anche sembrare diversi da altri bambini (per esempio disturbi psicomotori) che normalmente passano inosservati; i sintomi psicotici della schizofrenia (es. allucinazioni, deliri e incoerenze) si riscontrano raramente nei bambini.

Gli schizofrenici possono diventare pericolosi?
Quantunque i mezzi di informazione tendano spesso ad associare malattia mentale e violenza criminale, gli studi dicono che se si prescinde dai soggetti con precedenti di violenza criminale prima della ospedalizzazione, i malati mentali nell'insieme non sono più inclini alla violenza della gente comune.
Vi sono alcuni studi in corso per affinare la nostra conoscenza delle diverse forme di malattia mentale per capire se alcuni gruppi sono più esposti di altri. Sicuramente la maggior parte degli schizofrenici non sono violenti; più ancora essi preferiscono farsi da parte ed essere lasciati soli. Alcuni pazienti in crisi possono diventare violenti fisicamente,ma tali manifestazioni sono diventate relativamente rare successivamente alla introduzione di programmi di trattamento più efficienti,incluso l'impiego di psicofarmaci. C'è un accordo generale nel fatto che i delitti più gravi non vengono commessi da soggetti schizofrenici e che la maggior parte di essi non commette crimini più violenti.

E per quanto riguarda il suicidio?
Il suicidio è un effettivo pericolo potenziale per chi soffre di schizofrenia.
Se una persona tenta di suicidarsi o manifesta l'intenzione di farlo,deve ricevere subito un aiuto adeguato. Gli affetti da schizofrenia mostrano di avere una maggior tendenza al suicidio se paragonati al resto della popolazione.
Sfortunatamente la previsione di suicidio da parte di un paziente schizofrenico può essere particolarmente difficile.


 








Torna ai contenuti | Torna al menu