INTERVENTO A RISCHIO E PRECOCE, FASI DI PSICOSI - Nessuno è perfetto:Malattie e Disturbi Mentali

Vai ai contenuti

Menu principale:








INTERVENTO A RISCHIO E PRECOCE, FASI DI PSICOSI

MALATTIE E DISTURBI MENTALI > LE PSICOSI


INTERVENTO A RISCHIO E PRECOCE, FASI DI PSICOSI

A rischio Stato Mentale
Intervenire in A rischio Fase Stato Mentale

Quando si sospetta che qualcuno è nella 'a rischio' fase della malattia, quindi è importante seguire questo in su. Per ulteriori informazioni su dove il rischio di psicosi fase A si trova nel corso di un potenziale psicotico illlness emergenti, (vedi sotto, Fasi di psicosi) .

Le possibilità includono:

•Rinvio al servizio specifico per la valutazione
•Mantenersi in contatto regolare e monitoraggio
•Trattare temi d'attualità / problemi e di insegnamento delle tecniche di gestione dello stress
•Aiutare le questioni evolutivamente appropriata
•Psicoeducazione lo stress e l'uso di droghe (se applicabile) e lo stato mentale in generale
Utilizzando il modello stress-vulnerabilità, si spera che con un intervento tempestivo per ridurre lo stress aggiuntivo e lo sviluppo delle capacità di affrontare la vita stressanti, il rischio che qualcuno deve sviluppare una psicosi sarà ridotta o impedita.

Non sempre è necessario o opportuno per raccontare il giovane si è preoccupati che potrebbero essere a rischio di sviluppare una psicosi, ma certo di essere in anticipo con il giovane che i problemi che stanno affrontando potrebbe aggravarsi può essere un modo di coinvolgere il giovane in Terapia / trattamento e il mantenimento di un rapporto di lavoro.

Se si lavora in un ambiente non-clinico, mentre il monitoraggio e coinvolgente di una persona giovane, è consigliabile cercare di consultazione particolari da un servizio di salute mentale in modo da poter essere certi di fornire il miglior intervento più tempestivo.

Intervento precoce: una logica
Perché è un intervento precoce è così importante?


La perdita di contatto con la realtà caratteristica della psicosi può essere un'esperienza molto spaventosa e traumatica. primo episodio di una persona di una psicosi può essere particolarmente dolorosa e confusa per l'individuo, la famiglia ei coetanei, dal momento che l'esperienza è così sconosciuta e difficile da capire. Dato che questo primo episodio si verifica comunemente in età adolescenziale o adulta, un momento importante per lo sviluppo di identità, indipendenza, i rapporti e piani di formazione professionale a lungo termine, l'insorgenza della psicosi possono quindi causare disagi notevoli e numerosi problemi secondari possono sviluppare.

interruzione dello sviluppo

Un episodio psicotico isolati comunemente la persona dagli altri e disturbi relazioni con i coetanei. sviluppo personale e sociale della persona sarà messa in attesa, o può anche scivolare all'indietro. Riduzione del valore delle prestazioni scolastiche e del lavoro è comune con il potenziale di danno profondo per il futuro le prospettive professionali e la conseguente insicurezza finanziaria.
L'impatto sulla famiglia può causare tensioni o reciso i rapporti e una maggiore morbilità psicologica tra i membri della famiglia. Inoltre l'abuso di sostanze può iniziare o intensificare e il rischio di suicidio è aumentato. Più lunga è la malattia non viene curata maggiore è il rischio di deragliamento permanente di sviluppo psicosociale della persona.

Tossicità biologico

Ci sono anche prove che suggeriscono che il trattamento in ritardo può provocare la malattia di diventare più biologicamente radicata e meno sensibili al trattamento. Sembra che in qualche modo psicosi possono essere biologicamente tossici. In effetti, i periodi più lunghi della psicosi non trattata sono stati correlati i tassi di recupero più lento e ridotto le possibilità di un recupero completo, tassi di ricaduta più grande e più bassi livelli di funzionamento sociale e lavorativo. Questi effetti sembrano essere indipendente da altri fattori prognostici. Al contrario, la diagnosi precoce e il trattamento porta a miglioramenti di recupero e di risultato.
Molte persone, purtroppo, esperienza di lunghi periodi di psicosi non trattata durante il primo episodio. Numerosi studi hanno dimostrato notevoli ritardi tra l'insorgenza di sintomi psicotici e l'avvio di un trattamento adeguato. Questi ritardi, anche se variabile, sono spesso nell'ordine di molti mesi a un anno o più.

Il raggiungimento di intervento precoce

Chiaramente, questo problema deve essere affrontato. Ma come facciamo a realizzare un intervento precoce? In pratica, una serie di strategie sono necessarie.
Una strategia importante è l'educazione della comunità volte a sensibilizzare l'opinione pubblica di questi disturbi e migliorare la loro conoscenza dei segni premonitori.
Oltre ad accrescere la conoscenza, abbiamo bisogno anche di diminuire la paura e lo stigma associato alla malattia mentale, che può causare alcune persone a ritardare in cerca di aiuto. In concomitanza con questo, dobbiamo anche promuovere la conoscenza di questi disturbi tra i fornitori di servizi di lavorare con i giovani, in particolare medici di medicina generale (MMG), gli insegnanti e altri professionisti che lavorano con i giovani.
Anche se la presentazione del primo episodio di psicosi è un evento relativamente a bassa frequenza in medicina generale, medici di base hanno un ruolo cruciale da svolgere. MMG sono il primo punto di contatto per la maggior parte di persone che chiedono assistenza per i loro problemi di salute, siano essi fisici o psicologici. MMG sono quindi abbastanza probabile che sia la prima persona in grado di individuare cosa non va.

concetti teorici e principi di psicosi precoce

I principi alla base di un intervento precoce nella psicosi sono tre:

1.Opportunità per le cure cliniche dovrebbero essere disponibili nel più breve tempo possibile
2.Valutazione e prevenzione della morbilità secondaria diminuisce il rischio di mortalità e morbilità nei psicosi precoce
3.La ricerca continua è necessaria per la prova in modo sostanziale l'efficacia dei trattamenti in corso e di sviluppare le opportunità di prevenzione secondaria
intervento di prevenzione può avvenire in tre fasi principali della psicosi precoce:

1.La fase "a rischio", quando i sintomi sono sottili e possono essere confusi con problemi di sviluppo adolescenziale
2.Il periodo di sintomi di psicosi franca che rimane non trattata, che possono aggravare i problemi del rischio e lo sviluppo di invalidità prolungata
3.Il periodo critico dopo la comparsa del primo episodio psicotico, che può essere fino a cinque anni di durata, quando il trattamento deve essere globale e fase-specifici.

Fasi di psicosi
Decorso della malattia


Il piatto tipico della puntata iniziale psicotico può essere concettualizzata come si verificano in tre fasi. Una volta un episodio è successo, quando il decorso della malattia è rivisto, si può spesso vedere che c'è stata una fase prodromica, una fase attiva e una fase di recupero.


Le persone a rischio o di fase Prodrome - 'Qualcosa non è giusto'

malattie psicotiche raramente presente di punto in bianco. Quasi sempre, questi disturbi sono preceduti da un graduale cambiamento nel funzionamento psicosociale, spesso per un lungo periodo. Questo è il periodo durante il quale l'individuo può iniziare a sperimentare un cambiamento in se stessi, ma non hanno ancora iniziato ad avvertire i sintomi psicotici netta. Questa è la fase prodromica della malattia, che è conosciuta come "a rischio lo stato mentale" fase.
Modifiche in questa fase variano da persona a persona e la durata di questa fase è molto variabile, anche se è di solito nell'arco di diversi mesi. In generale, la fase a rischio è un processo fluido e fluttuante, con sintomi compaiono gradualmente e mutevole nel tempo.

Alcune delle modifiche visto durante questa fase sono:

•Variazioni incidere come l'ansia, irritabilità e depressione
•Cambiamenti cognitivi, come difficoltà di concentrazione o di memoria
•Modifiche in contenuto di pensiero, come una preoccupazione per le nuove idee spesso di natura insolita
•I cambiamenti fisici, come disturbi del sonno e perdita di energia
•Ritiro sociale e compromissione del funzionamento ruolo, che possono includere un deterioramento delle prestazioni scuola o al lavoro

La persona può anche verificarsi alcuni sintomi attenuati positivi come disturbi del pensiero lieve, idee di riferimento, sospettosità, convinzioni dispari e distorsioni percettive che non sono abbastanza di intensità o durata psicotico.
Questi possono essere brevi e intermittenti in un primo momento, l'aumento nei periodi di stress o abuso di sostanze e poi magari cedimento, prima di diventare subito con la comparsa di psicosi chiara.
Chiaramente molti di questi cambiamenti sono piuttosto non-specifici e possono derivare da una serie di difficoltà psico-sociali, disturbi fisici e sindromi psichiatriche. Tuttavia, è chiaro che la possibilità persistente o peggioramento cambiamenti psicologici in un adulto, adolescente o giovane può preannunciare lo sviluppo di un disturbo di salute mentale come la psicosi e questo deve essere tenuto presente, in particolare se altri fattori di rischio sono presenti.

La fase attiva

La fase attiva della psicosi è caratterizzato dalla presenza di sintomi positivi psicotici che comprendono disturbi del pensiero, deliri e allucinazioni, sintomi negativi, come la perdita di motivazione e di ritiro.
Le allucinazioni sono percezioni sensoriali in assenza di uno stimolo esterno. Il tipo più comune sono le allucinazioni uditive, in cui una persona può sentire voci o altri rumori quando nessun altro è presente. Altri tipi di allucinazioni visive, tattili, gustative e olfattive, dove la gente vedere, sentire, gustare, o stimoli odore che non sono presenti. Questi sono meno comuni e una causa organica può essere evidente in queste situazioni.
Deliri sono fissi, le false credenze in disaccordo con gli ambienti culturali della persona. Essi possono essere sostenuti, nonostante la prova del contrario. Queste credenze vengono spesso idiosincratica e molto importante per la persona, ma difficile per le altre persone a capire. Deliri spesso aumentate gradualmente di intensità, essendo più impugnabile nelle fasi iniziali, prima di diventare più diffuso. Essi possono assumere molte forme. I tipi comuni di delusioni sono:

•deliri persecutori, in cui la persona ritiene che esse sono, guardati, seguiti, o ha parlato in modo negativo, o che le persone intendono, o meglio, di nuocere loro
•deliri grandioso; in cui la persona crede di avere poteri speciali o abilità
•Deliri di riferimento, in cui la persona ritiene che mostra la televisione, canzoni, o giornali / riviste sono ad essi
•delusioni somatiche; in cui la persona esperienze insolite convinzioni sul proprio corpo o l'aspetto, per esempio, una parte del loro corpo è anormale, o 'marcio'
•deliri passività, in cui una persona crede che gli altri stanno mettendo pensieri in testa, o prendere i pensieri di testa, o che gli altri possano leggere le loro menti
•Delirante colpa, in cui la persona crede falsamente che essi siano responsabili di eventi negativi, come le catastrofi naturali

disturbi del pensiero si riferisce ad un modello di pensiero disorganizzato o vaghe. Lieve pensiero disturbo potrebbe manifestarsi come qualcuno risulta difficile esprimersi o lamentarsi di sentirsi come i loro pensieri sono accelerato o rallentato, mentre una persona con gravi disturbi del pensiero potrebbe essere sconnesso discorso che è difficile da seguire.

E 'anche importante ricordare che molti giovani con un sottostante disordine psicologico inizialmente si presentano con sintomi fisici, come la stanchezza, sbalzi d'umore, ripetuti mal di testa o insonnia. Un disturbo psicologico sottostante dovrebbe sempre essere considerato in un individuo che presenta con disturbi somatici persistenti o non ben definite, in assenza di dimostrabili patologia fisica esame o indagine.

La fase di recupero

La maggior parte dei giovani, vivere il loro primo episodio psicotico farà una completa guarigione, anche se una minoranza significativa (circa il 10-20%) sviluppa i sintomi persistenti.
La traiettoria di recupero, tuttavia, è abbastanza variabile. Una volta che il trattamento viene istituito, alcune persone a poco a poco meglio, mentre altri passerà attraverso un periodo di progresso in ritardo e poi fare sbalzi di benessere.
Lento o parziale recupero deve essere gestita in modo precoce e assertiva e, in generale, richiede l'uso di strategie psicologiche e farmacologiche più sofisticati. Una volta pieno recupero è raggiunto l'obiettivo principale è mantenere e promuovere il benessere e prevenire le ricadute.
Ogni ricaduta rappresenta un punto di potenziale rischio per lo sviluppo di una maggiore compromissione durevole e di invalidità e sembra contribuire alla resistenza al trattamento. A lungo termine, assertivo follow-up è fondamentale per la stragrande maggioranza delle persone con una malattia psicotica.

Il proseguimento delle cure

Il recupero è la norma dopo un episodio psicotico iniziale e circa il 25% dei colpiti i giovani poi non sperimentano mai un episodio psicotico ulteriormente. Il resto rimangono vulnerabili a riacutizzazioni futuro del loro disturbo psicotico.
Data l'importanza del proseguimento delle cure, è essenziale che la prima esperienza della persona di assistenza psichiatrica è gestito con cura. A causa della grande stigma collegato alla malattia mentale, l'esperienza di trattamenti psichiatrici può essere traumatico.
Quanto maggiore è il trauma allegata alla esperienza primo trattamento, maggiore è il rischio che il giovane non riuscirà ad impegnarsi con cure psichiatriche a più lungo termine. In generale, il trattamento degli adolescenti e giovani adulti con una malattia psicotica richiede che il medico di mantenere un equilibrio tra cure assertiva, al fine di promuovere la riduzione dei danni, mentre incoraggiando il giovane a essere attivi nelle loro decisioni di trattamento.
Questo comporta anche un equilibrio tra riconoscendo la realtà della malattia, pur mantenendo il focus sulla persona. Il medico ha necessità di assistere il cliente a lavorare contro il trauma e lo stigma della malattia e gradualmente condividere la responsabilità di cura con il cliente.
Dal momento che molti giovani sono sopraffatti dal pensiero di avere una grave vulnerabilità alla malattia mentale, tale collaborazione può prendere il tempo di realizzare.


 








Torna ai contenuti | Torna al menu