SINDROME DA TOURETTE - Nessuno è perfetto:Malattie e Disturbi Mentali

Vai ai contenuti

Menu principale:








SINDROME DA TOURETTE

PSICHIATRIA INFANTILE > DISTURBI DA TIC



Il disturbo di Tourette



Il disturbo di Tourette, o Sindrome di Tourette come viene più spesso chiamato, è un disturbo neurologico. Le caratteristiche della Sindrome di Tourette sono la presenza di vari tic improvvisi, veloci, ripetitivi, non ritmici, stereotipati, parole o movimenti senza uno scopo.

Quali sono i sintomi della Sindrome di Tourette?

La presenza sia di ripetizione di suoni che di tic motori si manifesta a volte durante la patologia e non necessariamente contemporaneamente.
Il manifestarsi svariate volte durante l’arco della giornata quasi tutti i giorni o a tratti durante periodi per più di un anno
Evidente difficoltà o fatica nel mantenimento delle relazioni sociali, nel lavoro, o altre importanti aree di azione
Manifestarsi prima del compimento dei 18 anni

I sintomi possono scomparire per settimane o mesi per volta e subire degli alti e bassi.


Quali sono i principali tic che caratterizzano la Sindrome di Tourette?

Di norma tic del viso, come un rapido sbattere delle palpebre o movimenti della bocca, possono essere considerati da un genitore un primo sintomo che la sindrome ha colpito il figlio. Rumori involontari, come lo schiarirsi della gola o il soffiare il naso, o tic alle gambe possono essere dei segnali in altri giovani.

Vi sono altri sintomi associati con la Sindrome di Tourette?

Circa il 50 % dei pazienti presentano le caratteristiche del Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (Attention Deficit and Hyperactivity Disorder - ADHD) e questo potrebbe essere il problema più menomante. Circa un terzo dei pazienti presenta le caratteristiche del disturbo Ossessivo Compulsivo o soffre di altre forme di ansia. Sono diffuse anche la difficoltà di apprendimento e la balbuzie. Spesso emergono difficoltà di socializzazione, la consapevolezza del disturbo e la depressione, specie al raggiungimento dell’età adolescenziale.

Quali sono le cause di questa Sindrome?

Anche se le cause non sono state individuate con esattezza è provato con una certa precisione che questa sindrome è causata da un metabolismo anormale della dopamina, un neurotrasmettitore. E’ probabile che altri neurotrasmettitori siano coinvolti.

La Sindrome di Tourette è ereditaria?

Studi sulla genetica hanno indicato che la Sindrome di Tourette viene ereditata come gene somatico dominante, tuttavia membri della stessa famiglia possono manifestare sintomi diversi. Un genitore ha il 50 % delle possibilità di trasmetterla ad uno dei suoi figli. I tipi di sintomi possono variare dai gravi tic a quelli di minore importanza con differenti gradi di disturbi dell’attenzione o disturbi ossessivi-compulsivi.
Il sesso del bambino può influenzare lo sviluppo del gene della sindrome. Le femmine portatrici del gene hanno il 70 % di possibilità di sviluppare i sintomi, mentre i ragazzi hanno il 99 % delle probabilità. L’incidenza dei ragazzi rispetto alle ragazze affetti dalla sindrome è 3 a 1.


Come viene diagnosticata la Sindrome di Tourette?

Non esistono analisi del sangue, controlli radiografici o altri test medici che possano diagnosticare l’esistenza della Sindrome. La diagnosi viene fatta con l’osservazione dei segni o sintomi sopra descritti. Un medico può ricorrere all’uso di una TAC, dell’elettrocardiogramma, o altri test per escludere la presenza di altre patologie. Alcune medicine producono come effetti collaterali i tic, pertanto è importante mettere al corrente il medico delle medicine che si assumono su prescrizione e non e dell’eventuale assunzione di droghe.

Quali sono i vantaggi ad iniziare al più presto una cura?

Quando il comportamento di un bambino appare disturbato, o impaurito ai compagni, alla famiglia e agli insegnanti o amici genera scherno e tendenza all’allontanamento. Gli insegnanti e gli altri bambini possono sentirsi minacciati e tendono ad allontanare il bambino dalle attività e dalle loro relazioni. La difficoltà di socializzare di un bambino aumenterà con il raggiungimento dell’adolescenza. Pertanto è molto importante ai fini del mantenimento della stima di se stesso e del suo equilibrio mentale che le cure siano iniziate al più presto possibile.

Quali cure sono disponibili per la Sindrome di Tourette?

Non tutti risultano inabili come conseguenza di questa sindrome, in questi casi le medicine non sono necessarie. Quando i sintomi interferiscono con le attività le medicine possono effettivamente migliorare la capacità di attenzione, mitigare l’impulsività, l’iperattività, i tic, e il disturbo ossessivo-compulsivo. Tecniche di rilassamento e terapia comportamentale possono anche risultare efficaci per combattere i tic, i sintomi di ADD e il disturbo ossessivo compulsivo.

In quale misura viene influenzata l’educazione di un bambino o di un adolescente affetto dalla Sindrome di Tourette?

Questa sindrome da sola non intacca il livello di intelligenza del bambino. Tuttavia molti bambini affetti da questa sindrome hanno anche problemi di apprendimento e difficoltà di concentrazione. Di conseguenza è spesso necessario un percorso di insegnamento dedicato a questi bambini. Gli insegnanti dovrebbero ricevere informazioni pratiche circa questa Sindrome e se si dovessero manifestare difficoltà nell’apprendimento il caso dovrebbe essere sottoposto al sistema scolastico
per accertare l’esistenza di eventuali altri problemi nell’apprendimento.


Qual' è l’evoluzione della Sindrome di Tourette?

Alcuni soggetti con questa Sindrome mostrano un notevole miglioramento alla fine dei primi dieci anni di vita o all’inizio dei venti anni. Tuttavia i tic così come il “disturbo da deficit di attenzione” ADD e il disturbo ossessivo-compulsivo possono presentare degli alti e bassi nel corso dell’itera vita.



 








Torna ai contenuti | Torna al menu