STRATEGIE TERAPEUTICHE - Nessuno è perfetto:Malattie e Disturbi Mentali

Vai ai contenuti

Menu principale:








STRATEGIE TERAPEUTICHE

PSICHIATRIA INFANTILE > DISTURBO DA COMPORTAMENTO DIRONPENTE


Strategie terapeutiche

Psicoterapia

La psicoterapia si riferisce a una serie di tecniche e di metodiche volte ad aiutare i bambini e gli adolescenti che hanno difficoltà a livello emotivo e comportamentale. Benché esistano diverse psicoterapie, ognuna si basa sulla comunicazione come strumento fondamentale per determinare un cambiamento nelle sensazioni e nel comportamento di una persona. La psicoterapia può coinvolgere il singolo bambino, un gruppo o la famiglia. Per i bambini e gli adolescenti, il gioco, il disegno, le costruzioni, la finzione nonché il parlare, sono mezzi importanti per condividere le sensazioni e risolvere i problemi.
La necessità di una psicoterapia verrà presa in considerazione in base ai problemi attuali del bambino, la sua storia, il livello di sviluppo, la sua capacità di collaborare con il trattamento e gli interventi che potrebbero essere d'aiuto. La psicoterapia viene spesso utilizzata insieme ad altre terapie (farmaci, terapia comportamentale o interventi nella scuola). Il rapporto che si sviluppa fra il bambino e il terapeuta è molto importante. Il bambino deve sentirsi a proprio agio, sicuro e compreso. Questo aiuta molto il bambino a esprimere i propri pensieri e sensazioni e a trarre vantaggio dalla terapia.
La psicoterapia può fornire un aiuto emotivo, risolve i conflitti con le persone, permette ai giovani di comprendere le proprie sensazioni e i problemi e di cercare nuove soluzioni per vecchi problemi. Gli obiettivi della terapia possono essere specifici (un cambiamento nel comportamento, il miglioramento dei rapporti con gli amici) o più generici (riduzione dell'ansia, aumento dell'autostima). La durata della psicoterapia dipenderà dalla complessità e dalla gravità dei problemi.

Farmaci


I farmaci possono costituire una parte fondamentale della terapia dei diversi disturbi psichiatrici dell'infanzia e dell'adolescenza. Il consiglio del medico di usare i farmaci spesso solleva molte preoccupazioni e domande sia nei genitori sia nel bambino. Il medico dovrebbe spiegare esaurientemente le ragioni dell'uso di farmaci, i benefici che i farmaci possono offrire nonché i possibili effetti collaterali e i trattamenti alternativi. I farmaci fanno normalmente parte di un piano terapeutico generale, che comprende la psicoterapia, così come le sedute di supporto ai genitori.
I farmaci che presentano effetti benefici possono avere anche effetti collaterali , che vanno da quelli solo fastidiosi a quelli molto gravi. Tuttavia, se somministrati correttamente e assunti secondo la prescrizione medica, i farmaci possono ridurre o eliminare i sintomi più fastidiosi e migliorare le funzioni quotidiane.
Negli ultimi anni è stato usato un numero sempre maggiore di farmaci psichiatrici nei bambini e negli adolescenti. I medici basano il loro giudizio su quale farmaco potrebbe essere più efficace per un particolare bambino sulla loro pratica clinica, la loro esperienza e le informazioni ricavate dagli studi clinici. Prima di prescrivere l'uso di un farmaco, il medico dovrebbe effettuare una valutazione diagnostica completa. I sintomi manifesti, nonché la precedente risposta ai farmaci e la considerazione dei possibili effetti collaterali, serviranno per determinare la scelta del farmaco adatto. Di seguito viene riportato un elenco delle categorie di farmaci usati nei disturbi mentali dell'infanzia.

Farmaci stimolanti

I farmaci stimolanti sono spesso utili come parte della terapia nel disturbo da deficit di attenzione/ iperattività.

Antidepressivi

Gli antidepressivi vengono usati nel trattamento della depressione, delle fobie scolastiche, degli attacchi di panico e di altri disturbi d'ansia, dell'enuresi notturna, dei disturbi della nutrizione, del disturbo ossessivo-compulsivo, dei disturbi di personalità, del disturbo postraumatico da stress e del disturbo da deficit di attenzione/ iperattività.

Farmaci antipsicotici

I farmaci antipsicotici possono essere utili nel controllo dei sintomi psicotici (deliri, allucinazioni) o del pensiero disorganizzato. Sono usati occasionalmente nel trattamento di gravi casi di ansia e possono aiutare a ridurre comportamenti molto aggressivi.

Stabilizzanti dell'umore e farmaci anticonvulsivanti

Gli stabilizzanti dell'umore possono essere utili nella cura del disturbo bipolare, degli eccessivi sbalzi di umore, del comportamento aggressivo e dei disturbi del controllo degli impulsi. Il litio è un esempio di stabilizzante dell'umore. Alcuni farmaci anticonvulsivanti possono aiutare a controllare gravi variazioni di umore.

Farmaci ansiolitici

Gli ansiolitici possono essere utili nel trattamento della ansia grave.
Induttori del sonno
Per brevi periodi è possibile usare farmaci che possono essere utili nel caso di disturbi del sonno.

Adolescenza e psicosi

È molto difficile per i medici diagnosticare la schizofrenia prima o durante la pubertà a causa dei problemi di interpretazione dei sintomi riguardanti una disfunzione mentale in questa età. La valutazione e il follow-up di adolescenti con disfunzione mentale di qualsiasi entità può contribuire a identificare i primi segni di una psicosi, quale la schizofrenia.
Non è disponibile alcuna informazione adeguata circa l'efficacia e la sicurezza dei farmaci antipsicotici negli adolescenti e nei giovani adulti con schizofrenia e con altri disturbi psicotici, in modo particolare per quanto riguarda gli antipsicotici più recenti. Si ritiene che i bambini e gli adolescenti possano essere più suscettibili nei confronti di alcuni effetti collaterali. Sono necessarie maggiori informazioni per comprendere a fondo l'impatto a lungo termine di questi trattamenti sul paziente.

 








Torna ai contenuti | Torna al menu